Informazioni UTILI

C’è un’antica diceria secondo la quale un’alimentazione a base di cibi troppo acidi favorirebbe l’insorgenza del tumore. Meglio preferire alimenti alcalini più sani come il limone. Ma tutto questo non ha alcuna base scientifica e anche la biologia di base confuta questa teoria.

Ma sarà vero che una dieta a base di alimenti troppo acidi favorisce l’insorgenza del tumori? “De gustibus non disputandum est” dicevano gli antichi. A qualcuno potrà piacere il sapore dolce, ad altri quello salato a qualcun altro quello aspro. Ma sostenere che gli alimenti troppo acidi come i cereali, le carni e i formaggi sono tra le cause del cancro per questa loro caratteristica è un mito che si scontra anche con la biologia di base.

Attenzione a chi spaccia certi alimenti come cibi dai poteri anti tumorali. Frutta e verdura fanno bene, ma non ci sono basi scientifiche che avvalorano il loro potere di prevenire il cancro

Anche voi riempite il carrello della spesa con frutta e verdura? Anche voi siete tra i patiti del cibo sano non facendo mancare sulla vostra tavola alimenti come mirtilli, broccoli, aglio e thè verde? Bravissimi, continuate così: questi alimenti fanno certamente bene al corpo ma non hanno effetti scientificamente provati di prevenire il cancro.

Quante volte avrete sentito la frase: “Il cancro è un male del XX secolo”. È una enorme bugia. Cellule tumorali sono state individuate anche in uno scheletro che risale a 3.000 anni fa.

C’è chi ritiene che il cancro sia una malattia moderna, un prodotto dell’uomo del Ventesimo secolo che peraltro l’aveva ribattezzato il male incurabile. Ma non è assolutamente vero. Il cancro è nato con l’uomo: gli studiosi hanno persino individuato la presenza di cellule tumorali in uno scheletro che risale a 3.000 anni fa e del tumore hanno scritto anche i medici dell’antico Egitto e dell’antica Roma.

La cartilagine degli squali blocca il tumore? Una falsa credenza che risale agli anni Settanta e che è servita soltanto ad ammazzare migliaia di esemplari del re degli Oceani. Oltre che ad arricchire le aziende che producono pillole di cartilagine di squalo.

Davvero lo squalo è preservato dall’insorgenza del tumore grazie alla sua preziosissima cartilagine? Vuoi vedere che proprio nel tanto temuto re degli Oceani si nasconde la formula per sconfiggere il cancro? Assolutamente no. E questa diceria è costata cara a tantissimi squali che nel mondo sono stati sterminati proprio per la loro cartilagine venduta poi a peso d’oro agli sfortunati pazienti malati di tumore che in quella “leggenda” hanno riversato soldi e speranze.

Grazie al contributo di Novartis

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo