Area riservata

Inserisci i tuoi dati di accesso. Se non li possiedi premi su "Registrati" per iniziare la procedura di creazione account. Attenzione: se sei già registrato in uno dei servizi on line di AccMed (www, fad, ASKit, KeyTrials, KeySlides, ASAP, …) puoi utilizzare i dati di accesso già in tuo possesso.

C’è un’antica diceria secondo la quale un’alimentazione a base di cibi troppo acidi favorirebbe l’insorgenza del tumore. Meglio preferire alimenti alcalini più sani come il limone. Ma tutto questo non ha alcuna base scientifica e anche la biologia di base confuta questa teoria.

Ma sarà vero che una dieta a base di alimenti troppo acidi favorisce l’insorgenza del tumori? “De gustibus non disputandum est” dicevano gli antichi. A qualcuno potrà piacere il sapore dolce, ad altri quello salato a qualcun altro quello aspro. Ma sostenere che gli alimenti troppo acidi come i cereali, le carni e i formaggi sono tra le cause del cancro per questa loro caratteristica è un mito che si scontra anche con la biologia di base.

Una credenza dura a morire secondo la quale diete eccessivamente acide generano anche un aumento dell’acidità nel sangue facilitando l’insorgenza della malattia. I sostenitori di questa teoria senza fondamenti scientifici suggeriscono di rispondere alla dieta troppo acida con l’assunzione di alimenti alcalini più sani come verdura e frutta verde. Appartiene a questa lista anche il limone che pur essendo un elemento che contiene abbondanti quantità di acido citrico, per l’appunto un acido, è considerato un alimento alcalino.

Alla base di questa credenza c’è una piccola di verità: cioè che le cellule tumorali non possono vivere in un ambiente troppo alcalino. Ma questo non vale solo per le cellule tumorali, ma per tutti i tipi di cellule: insomma un ambiente alcalino non è adatto né alle cellule sane né alle cellule malate.

La soluzione, come sempre, sta nel mezzo: in una dieta equilibrata che permette un corretto funzionamento dei reni, fondamentale appunto per lo stato di salute del corpo umano. Certamente l’urina cambia Ph e acidità a seconda del cibo che si mangia. Mangiare frutta e verdura è salutare ma non ha alcun effetto sull’acidità del nostro corpo. Possono esserci situazioni a rischio legate appunto all’acidità dell’organismo, una condizione che in medicina prende il nome di acidosi e si verifica quando i reni e i polmoni non riescono a mantenere in equilibrio il Ph del corpo. È una situazione pericolosa, che se non presa in tempo potrebbe anche rivelarsi fatale ma non ha alcuna correlazione con un regime alimentare troppo acido.

È risaputo che il microambiente delle cellule tumorali può diventare acido. Ma sulle modalità di sviluppo di questa acidità non ci sono ancora dati sufficienti. Gli studiosi ci stanno lavorando, ma per adesso l’unica certezza è che un’alimentazione sana ed equilibrata può solo far bene. Cibi acidi e alcalini compresi. 

Grazie al contributo di Novartis