Breast Cancer Academy
Una piattaforma web dove trovare informazioni sempre aggiornate sui temi di maggiore attualità sul trattamento del carcinoma della mammella

In primo piano

MEDICO
MEDICO | Dalla letteratura

DESTINY-Breast04: trastuzumab deruxtecan in pazienti con carcinoma mammario avanzato HER2-low

di Giuseppina Ricciardi | Agosto 2022
Una percentuale significativa di pazienti con carcinoma mammario HER2 negativo, presenta una bassa espressione di HER2 definita HER2-low. Fino a oggi le terapie mirate anti-HER2 disponibili si sono dimostrate inefficaci in tale subset di pazienti. Lo studio DESTINY-Breast04 ha valutato l’efficacia di trastuzumab deruxtecan nelle pazienti HER2-low
MEDICO
MEDICO | Dai Congressi

Aggiornamenti scientifici da ESMO BREAST e ASCO 2022

di Camilla Lisanti | Luglio 2022
Una raccolta di diapositive per illustrare i principali risultati presentati durante l'ESMO BREAST di maggio e l'ASCO appena concluso. Questi gli studi selezionati: MONALEESA-3, DESTINY-Breast04, MAINTAIN, BioItaLEE, TROPiCS-02, LUMINA, NRG-BR002, PALOMA-2, MONALEESA-2, U31402-A-J101
La terapia endocrina in associazione agli inibitori delle chinasi cicline-dipendenti (CDK4/6i) rappresenta, oggi, il trattamento standard di prima linea delle pazienti in post-menopausa affette da carcinoma della mammella metastatico HR+/HER2-.
Attualmente, la terapia di combinazione con trastuzumab e pertuzumab (H+P), altresì definita doppio blocco anti-HER2, rappresenta lo standard of care in associazione al trattamento chemioterapico nel setting neoadiuvante della malattia HER2-positiva.

LE DIAPOSITIVE DI BCA

NEW
NEW | La biblioteca di diapositive su tematiche di interesse per l'oncologo. Ogni kit è composto da diapositive riutilizzabili, ridisegnate secondo un layout grafico personalizzato

ULTIMO AGGIORNAMENTO

CDK 4/6 inibitori nel setting (neo) adiuvante

di Giovanna Garufi | Gennaio 2022
Più del 90% delle diagnosi di carcinoma mammario luminale avviene in una fase precoce di malattia, potenzialmente curabile tramite intervento chirurgico e terapia citotossica e/o endocrina adiuvanti. Sebbene la terapia endocrina adiuvante riduca sensibilmente il rischio di metastasi e morte, recidive locoregionali o a distanza possono verificarsi in circa il 20% delle pazienti fino a 20 anni dopo il trattamento del tumore primario.

Vai alle diapositive

Altri aggiornamenti

MEDICO | Dalla letteratura
di Rita De Sanctis, Francesco Pavese | Maggio 2022
MEDICO | Dalla letteratura
di Francesca poggio | Dicembre 2021
PAZIENTE | Dalla letteratura
di Daniele Alesini | Dicembre 2021
MEDICO | Dai Congressi
di Angela Toss | Ottobre 2021

BCA on Twitter

I dubbi di Marta
Gli esperti di BCA rispondono ai dubbi e alle domande che spesso si pongono le donne alle quali è stato diagnosticato un tumore al seno


Vai al canale